Il 3D e il BIM rappresentano un punto di partenza per comprendere la rivoluzione epocale della digital age con riflessi pratici nel mondo dell'edilizia e delle infrastrutture. Tutto parte delle politiche di normalizzazione di appalti e sistemi di progettazione e controllo che la Comunità Europea sta imponendo come necessari ad armonizzare il tessuto produttivo tra gli stati membri. Tecnologie, standard, normative e soluzioni software sono il focus tematico di questa sessione, con uno sguardo veloce nel mondo della ricerca sul 3D WEB e non solo.

Comitato organizzatore del Forum

14:15 - 15:45 Modelli 3D per le infrastrutture e il BIM

Il Laser Scanner a supporto del Building Information Modeling: dalla nuvola di punti al modello BIM, Alberto Sardo, Laura Mattioli, CAM2

Rilievo e Restituzione Tridimensionale attraverso LS 3D Stonex X300, a supporto delle operazioni progettuali di restauro della Fontana del Bernini in Castel Gandolfo, Roma, Raffaele Gentile, STONEX

L’interconnessione tra diverse strumentazioni (Drone, Laser Scanner, TotalStation, GPS) per il rilievo territoriale, Giuseppe Boselli, Geogrà 

Nuove linee evolutive dei processi BIM, Ottavia Gambardella, SPEKTRA Srl - TRIMBLE

Il BIM nell'Ingegneria Civile supportato da laser scanner e da animazioni di modelli digitali, Francesco Matera, Geocart

Indoor-mapping & IoT: Generazione automatica di modelli solidi di edifici da planimetrie wire-frame, Alberto Paoluzzi, Università di Roma TRE


Moderatore: Marco Casini, direttore rivista Ponte


ABSTRACT DEGLI INTERVENTI

Il Laser Scanner a supporto del Building Information Modeling: dalla nuvola di punti al modello BIM, Alberto Sardo, Laura Mattioli, CAM2

Il BIM è sempre più utilizzato per le nuove progettazioni ma intervenire sul costruito è un processo più complesso. Indagare l’esistente per lavorare con progetti BIM richiede misurazioni precise. Il metodo di rilievo più efficace è sicuramente quello con i Laser Scanner che restituiscono modelli 3D sotto forma di nuvole di punti da convertire in modelli CAD.
POINTSENSE FOR REVIT è la risposta di FARO alla necessità di costruire tali modelli direttamente all‘interno di Revit. Il software fornisce tutti gli strumenti per una veloce e precisa creazione di elementi architettonici.
Le linee del modello 3D vengono costruite direttamente sulla nuvola di punti, estrapolando quegli elementi  indispensabili per la creazione e l’analisi di un corretto progetto BIM.

 

Rilievo e Restituzione Tridimensionale attraverso LS 3D Stonex X300, a supporto delle operazioni progettuali di restauro della Fontana del Bernini in Castel Gandolfo, Roma, Raffaele Gentile, STONEX

L'intervento verte alla descrizione della procedura di rilievo e scansione 3D della fontana monumentale di Gian Lorenzo Bernini sita a Castel Gandolfo in piazza della Liberà, finalizzati alle successive operazioni progettuali di restauro.
Il Rilievo, in parte sponsorizzato dalla Stonex s.r.l., è stato commissionato dal Rotary Club locale in partnership con il Comune di Castel Gandolfo, la Provincia di Roma e con l’interessamento della Soprintendenza.
L’obiettivo promosso dagli enti interessati è stato di procedere ad un importante restauro e recupero del monumento per riportare la fontana al suo antico splendore, utilizzando la tecnica di scansione laser 3D avente un alto livello di dettaglio e completezza, grazie all’elevata quantità di dati acquisiti in breve tempo. Lo strumento utilizzato è stato il Laser Scanner Stonex X300, progettato e realizzato in Italia da Stonex, azienda specializzata nella progettazione e produzione di strumentazione topografica di alta precisone.
Al momento dell’esecuzione dei lavori di scansione il monumento verteva in pessime condizioni di conservazione, corroso dal tempo, dall’acqua e dall’incuria dei secoli e presentava diversi problemi di carattere strutturale e conservativo.
L’importanza di scegliere la metodologia più adeguata, precisa e completa è stato uno dei principali motivi per cui si è ricorsi ad una digitalizzazione 3D del monumento attraverso scansione laser. Realizzare un semplice rilievo metrico e fotografico non avrebbe infatti avuto la precisione e la velocità della tecnica Laser Scanner 3D, in quanto avrebbe si, potuto portare alla restituzione di un modello d’informazioni basato su disegni, appunti grafici, fotografici e calchi sul reale, ma avrebbe necessitato di un lungo e puntiglioso lavoro di presa delle informazioni e di un ancor più lungo, puntiglioso ed alquanto difficile lavoro di restituzione di un “modello” simile, che poco si sarebbe sposato con le necessità che si avevano e soprattutto con le relative tempistiche.
È qui che prende il via il nostro rilievo attraverso Laser Scanner 3D Stonex X300.
La sfida condotta con il Rotary e l’amministrazione è stata quella di realizzare un rilievo che potesse dare voce univoca ed inequivocabile ai dubbi che si avevano sul manufatto e sulla maniera di restaurarlo.
I dati, rielaborati dal modello, sono stati poi processati sotto forma di abachi quantitativi, agevolando la fase di computazione e la possibilità di generare anche viste tematiche che potessero evidenziare gli elementi per categoria di appartenenza: epoca, pericolosità, quadro fessurativo etc., agevolando quindi l'analisi e la progettazione degli interventi necessari.
L’integrazione degli elementi di rilievo riportati nel modello digitale estratto dalla scansione 3D e quelle che sono le prerogative di un software BIM hanno permesso, processando la nuvola di punti ricomposta, di ricavarne delle viste di piante, prospetti, sezioni e spaccati 3D da cui sono state desunte tutte le misure necessarie alla modellazione degli elementi costruttivi. Il rilievo laser scanner ha pertanto permesso di riportare nel dettaglio tutti gli elementi caratteristici di decoro del manufatto quali modanature, le lavorazioni dei bassorilievi, i dettagli delle cornici e desumerne le geometrie generatrici. I risultati ottenuti consentiranno agli enti di procedere, quando possibile, al restauro del monumento.

L’interconnessione tra diverse strumentazioni (Drone, Laser Scanner, TotalStation, GPS) per il rilievo territoriale, Giuseppe Boselli, Geogrà

Troppo spesso, in questi ultimi anni, si rischia di farsi sopraffare dalla tecnologia senza soppesarne i limiti e soprattutto senza considerare la possibilità di integrare, tra loro, tecnologie che per uniformarsi in termini di precisioni necessitano procedure adeguate.
L’intervento che sarà esposto è un esempio di come coniugare l’impiego di strumentazioni topografiche (TotalStation e GPS), Laser Scanner 3D e Drone nel rilievo di un’area molto estesa con presenza di una campo da Golf, di un imponente insediamento fortificato, di zone collinose e di strade carraie.

 

Nuove linee evolutive dei processi BIM, Ottavia Gambardella, SPEKTRA Srl - TRIMBLE

L’intervento si propone di offrire un’istantanea dell’attuale contesto evolutivo dei processi BIM e di condividere le sfide dei professionisti impegnati al continuo miglioramento delle tecnologie adottate e della loro integrazione. A fronte di un approccio più classicamente inteso, ovvero di un contesto in cui ogni passaggio del progetto di costruzione vede forme di collaborazione “discrete”, i nuovi modelli si contraddistinguono per le nuove possibilità di interoperability. Nuove forme di collaborazione, continue e aperte, definiscono nuovi spazi di lavoro, con un ritorno immediato in termini di produttività e di gestione tecnico-economica del progetto. Saranno considerati alcuni use-case per evidenziare l’efficacia, sul campo, dei nuovi processi BIM.

Il BIM nell'Ingegneria Civile supportato da laser scanner e da animazioni di modelli digitali, Francesco Matera, Geocart

 Presentazione della metodologia integrata di progettazione e gestione composta da un nucleo centrale che si fonda sullo studio e l'ingegnerizzazione della soluzione tecnica in ottica BIM, la quale ingloba al suo interno un livello preliminare basato sulla caratterizzazione plano-altimetrica del territorio su cui le opere vanno ad inserirsi o sul rilievo di costruzioni esistenti ed un livello finale legato alla restituzione grafica del progetto attraverso rendering, animazioni 3D ad alta definizione ed effetti visivi digitali.

 

Indoor-mapping & IoT: Generazione automatica di modelli solidi di edifici da planimetrie wire-frame, Alberto Paoluzzi, Università di Roma TRE