Il GNSS per le infrastrutture dei trasporti: verso uno Smart Word

IL 2016 è l’anno in cui il sistema di posizionamento satellitare europeo inizierà una nuova fase commerciale dedicata ai quei particolari servizi di cui il sistema è capace con  capacità operative maggiorate rispetto ai sistemi GNSS tradizionali come il GPS. Tra questi assume particolare importanza il servizio dedicato ai trasporti per il quale l’Italia sta contribuendo in maniera particolare specialmente nel settore ferroviario.

I treni ad alta velocità europei saranno gestiti e monitorati appunto attraverso sistemi ad alta affidabilità propri del sistema Galileo. La posizione di un treno sul suo percorso è con altissima accuratezza definita con l’assistenza dei satelliti Galileo, che al momento ospitano gli orologi più precisi al mondo e essendo la posizione determinata attraverso la misura del tempo esce evidente che per un treno che viaggia a 300 Km/h anche l’errore di microsecondi può essere fatale.

Sono queste le sfide che ci verranno illustrate al TECHNOLOGY for ALL ove in particolare si avrà una sessione dove verrà portata la testimonianza della risultanza della ricerca in corso da parte di alcune società di ingegneria italiane impegnate per la gestione dei treni europei. Verranno mostrati i problemi le soluzioni e i test che si stanno realizzando in questo momento in particolari regioni italiane.